Guida Turistica per la Provincia di Cuneo
www.iciciu.it
Italiano English Français Deutsch
Visite guidate nella Cripta di Villar San Costanzo in provincia di Cuneo Visite guidate presso Casa Cavassa a Saluzzo (CN) Visite guidate per scolaresche e gruppi presso il Santuario di San Costanzo al Monte a Villar San Costanzo (CN) Visite guidate nella Riserva Naturale de 'I Ciciu del Villar' a Villar San Costanzo (CN)
Visite guidate nella Cripta di Villar San Costanzo in provincia di Cuneo.
Visite guidate presso Casa Cavassa a Saluzzo (CN).
Visite guidate per scolaresche e gruppi presso il Santuario di San Costanzo al Monte a Villar San Costanzo (CN).
Visite guidate nella Riserva Naturale de 'I Ciciu del Villar' a Villar San Costanzo (CN).

La Provincia Granda: Castello di Racconigi

La Provincia Granda: Castello di Racconigi
Una delle più prestigiose Residenze Sabaude del Piemonte, il Castello di Racconigi fu fondato nell’XI secolo come casaforte nella Marca di Torino, passò successivamente ai Marchesi di Saluzzo e poi ai Savoia.
L’originaria struttura fortificata con torri angolari fu trasformata nel corso del XVII secolo su progetto di Guarino Guarini, grande maestro del barocco italiano: la ristrutturazione non fu portata a termine e, nel 1755 i lavori furono ripresi dall’architetto Giovanni Battista Borra, che introduce a Racconigi una precoce cultura neoclassica. Risalgono a quell'intervento il grande pronao d’accesso o Salone d’Ercole, la Sala di Diana e gli appartamenti cinesi.
Il castello era a quei tempi dotato di fossato, ponte levatoio e rivellino, e non c’era ovviamente l’attuale scalone di accesso.
Con l’ascesa al trono di Carlo Alberto principe di Carignano, diventato Re di Sardegna nel 1831, Racconigi diventa ‘Reale Villeggiatura’ e viene affidato all’Architetto di Sua Maestà Ernesto Melano l'incarico di adattare la residenza alle esigenze di una corte, con la costruzione delle due maniche laterali. Il pittore, scultore ed architetto bolognese Pelagio Palagi progetta e dirige la decorazione degli spazi interni, conseguendo uno fra i risultati più armonici dello stile eclettico ottocentesco.
Nel 1901 Vittorio Emanuele III ed Elena di Savoia tornano a Racconigi per lunghi soggiorni estivi, nel 1904 nel castello nasce il principe ereditario Umberto II e nel 1909 vi è ospitato lo zar di Russia Nicola II.
Il Castello di Racconigi, dopo la lunga vertenza giudiziaria che contrappose lo Stato italiano ed i Savoia, dal 1980 è di proprietà dello Stato.